Il cuneo contributivo a San Marino

La pressione contributiva per le imprese a San Marino è differenziata per le ditte individuali o per le Imprese in forma societaria.

Ditte individuali

  • Sicurezza Sociale: ad eccezione delle imprese individuali a carattere industriale, le altre ditte individuali pagano una aliquota che varia dal 2% al 4% sul reddito netto d'impresa, in funzione della categoria di attività.
  • Assegni Familiari: le imprese individuali del settore artigianale pagano una aliquota del 5,60% sul reddito netto d'impresa.
  • Quota previdenziale: le ditte individuali pagano una aliquota che varia dal 11% al 22% sul reddito netto d'impresa, in funzione della categoria di attività.


Imprese in forma societaria
  • Sicurezza Sociale: le imprese pagano una aliquota che varia dal 4% al 5% del monte salari corrisposto ai propri dipendenti, in base all'appartenenza a diversi settori di attività.
  • Inattività integrazione: per alimentare il fondo di inattività, si paga una aliquota estremamente differenziata per i vari settori di attività, che varia dallo 0,5% al 4,5% (con una media di circa il 2%) del monte salari corrisposto ai dipendenti, di cui lo 0,5% del salario è a carico del lavoratore.
  • Cassa Integrazione Guadagni: ove presente prevede un versamento a carico dell'impresa che va dall'1,5% al 4,5% del monte salari corrisposto ai dipendenti, con addizionali d'uso che vanno dal 7% al 14,5% (per il settore edile).
  • Assegni Familiari: le imprese pagano una aliquota che varia dal 2,3% al 2,8% del monte salari corrisposto ai dipendenti in base all'appartenenza a diversi settori di attività.
  • Quota previdenziale: complessivamente si paga una quota complessiva del 19,7% del monte salari corrisposto ai dipendenti in qualità di accantonamento previdenziale, di cui il 3,6% del salario è a carico del lavoratore.
  • Quota sindacale: volontaria e interamente a carico del dipendente, corrisponde allo 0,4% del salario corrisposto.