c.s. IUS 21122015

OSLA, USC e USOT uniti nella costituenda confederazione I.U.S., esprimono soddisfazione per la bocciatura dell’articolo della legge di bilancio che prevedeva l’aumento della tassa dei servizi dal 3% al 4%. Finalmente qualcuno comincia a ragionare.
Lo I.U.S. ringrazia ogni singolo Consigliere che venerdì notte si è opposto all’ennesima sciagura dettata da un Governo miope, che sarebbe stata destinata a deprimere ancor di più il comparto economico della Repubblica. Qualsiasi soggetto privato, istituzionale o politico, che dimostrerà buon senso e quindi l’intenzione di restituire dignità all’impresa, avrà il sostegno dello I.U.S.
La mancata approvazione dell’ennesimo balzello rappresenta una solida vittoria degli imprenditori uniti sammarinesi che ora continueranno a lottare per le altre battaglie quali, solo per citarne alcune, smac fiscale, rappresentatività, esubero della pubblica amministrazione ed I.G.C., alle quali un Governo irragionevole continua a costringerci.