c.s. IUS 07022016

IUS. SMAC CARD AL CAPOLINEA! È ORA DI RIPROGETTARLA: DAL 1 MARZO SI PUÒ USCIRE DALLA SCONTISTICA.
Gli Imprenditori Uniti Sammarinesi (I.U.S.) ricordano che dal 1 marzo sarà finalmente permesso ad ogni operatore economico di recedere ed uscire dal circuito della scontistica Smac Card. Non esistono più i presupposti e le condizioni per continuare a credere in un progetto cannibalizzato e danneggiato da scelte non in linea con quanto chiesto dalle associazioni di categoria. La “Smac Card sconti” deve essere necessariamente riprogettata disgiuntamente dalla “Smac Card fiscale”, per renderla utile ed appetibile come lo era originariamente. OSLA, USC e USOT sono a disposizione per eventuali informazioni e assistenza anche telefonica. Ciascun operatore economico che uscirà dal circuito della “Smac Card sconti” potrà applicare ai propri clienti lo stesso sconto, se non addirittura superiore, che avrebbe applicato con la Smac Card.
Presso le sedi delle tre associazioni è anche possibile sottoscrivere da parte di tutti i consumatori ed operatori economici, la petizione rivolta agli Eccellentissimi Capitani Reggenti, all’On.le Congresso di Stato ed all’On.le Consiglio Grande e Generale per chiedere che la normativa che istituisce la così detta “Smac Card fiscale” venga abrogata o idoneamente modificata al fine di prevedere e regolare un sistema di accertamento fiscale che non rischi di ledere, a differenza di quello previsto dall’attuale normativa, il diritto alla privacy del consumatore e alla riservatezza aziendale dell’operatore economico, che non limiti la libertà di spesa del consumatore-contribuente, che non aumenti i costi, i disagi operativi e burocratici dell’operatore economico, che non deprima lo sviluppo dell’intera economia sammarinese, chiedendo pertanto di sostituire l’attuale sistema di accertamento, così detto “Smac Card fiscale”, con il sistema dell’invio mensile dei ricavi già utilizzato nel corso dell’anno 2014 e previsto dalla Legge n. 166 del 2013, art. 148, comma 7, fino a quando non saranno individuate soluzioni alternative condivise anche con le associazioni di categoria.
Si comunica inoltre, fin da ora, che per la data di lunedì 7 marzo, lo IUS organizzerà una serata di confronto dedicata allo specifico tema dell’IGC – imposta generale sul consumo.
Lo IUS invita gli operatori economici, e chiunque vi abbia interesse, ad inviare e far pervenire all’indirizzo di posta elettronica “aiutoius@gmail.com” commenti, critiche e suggerimenti relativi al mondo dell’impresa e dello sviluppo economico.