c.s. IUS 14042016 RAPPRESENTATIVITA'

IUS risponde ad un comunicato dell’Onorevole Ivan Foschi apparso sulla stampa in data 13 aprile 2016.
L’Onorevole Ivan Foschi con le sue parole relativamente al progetto di legge sulla rappresentatività purtroppo dimostra di non aver appieno compreso le critiche che lo IUS sta muovendo a quel progetto di legge. La cosa non ci sorprende considerato che l’Onorevole Foschi mai è stato visto agli incontri richiesti dallo IUS ai vari partiti e movimenti politici per approfondire l’argomento, nemmeno quando una delegazione dello IUS aveva chiesto un incontro con Sinistra Unita. All’epoca fummo accolti solo dal Coordinatore del partito Sinistra Unita e non vedemmo l’Onorevole Foschi affacciarsi quel giorno alla sede del proprio partito per confrontarsi con noi. Eppure adesso l’Onorevole Foschi chiede un “confronto dialettico”, ma anziché fissare un incontro con IUS, compare direttamente sui giornali con la sua verità. Poi paragona ironicamente anche le associazioni di categoria ad “una sorta di Comitati di Salute Pubblica” che “difendono il popolo e ( ma solo casualmente…) le istanze che interessano la propria parte”. Questo modo di approcciare e descrivere chi cerca di spiegare le proprie ragioni Lei Onorevole Foschi lo definisce “rispettare le opinioni altrui”? Ce ne fossero di più di “sorta di Comitati di Salute Pubblica e potessero continuamente far sentire la loro voce! Questo è il nostro augurio! Forse Lei, Onorevole, preferisce che le Associazioni di Categoria se ne stiano zitte in un angolino a subire passivamente le altrui decisioni? Visto che vuole “confrontarsi nel merito”, come scrive, perché non viene a sentire le nostre ragioni di persona prima di sostenere a mezzo stampa che “siamo a corto di argomenti”? Visto che è così interessato a far conoscere la sua posizione pubblicamente sul progetto di legge sulla rappresentatività, a questo punto saremmo anche interessati di sapere cosa ne pensa dell’emendamento che propone di ridare al lavoratore dipendente, fondamentale risorsa delle imprese sammarinesi, la possibilità di decidere con un atto volontario sullo 0,40% del suo stipendio.
IUS non ha alcun colore politico e riconosce tanti meriti al partito Sinistra Unita, ma questa volta non possiamo proprio essere d’accordo con la Sua presa di posizione. Del resto sbagliare è umano e si può fare in tempo a recuperare.
“La Democrazia è una cosa seria, un patrimonio comune”. Lo scrive lei, lo ribadiamo noi.