CASE AI FORENSI, SERVONO REGOLE CERTE

OSLA Organizzazione Sammarinese degli Imprenditori non è a priori contraria alla vendita delle case per le vacanze ad investitori forensi, ma chiede necessariamente un forte e serio controllo sulla base di regole certe, e non a discrezione, sugli acquirenti, visto che il rischio di investire per riciclare è elevato, anche a fronte di dubbi sulla reale appetibilità delle case sammarinesi per dei veri turisti, mancando oggi le più semplici e diffuse infrastrutture e attrattive turistiche, per non parlare di quelle di nicchia. Appresa inoltre l’intenzione di Banca di San Marino di pagare l’imposta patrimoniale ai nuovi investitori, OSLA si chiede se non sia meglio, piuttosto che spendere soldi per imposte patrimoniali pagate a sconosciuti stranieri, investire sulle esigenze di liquidità delle imprese sammarinesi già sul territorio e su progetti di sviluppo sostenibile con infrastrutture per la naturale vocazione della Rep. di San Marino: il Turismo e il Commercio.