c.s. OSLA 03052013

OSLA Organizzazione Sammarinese degli Imprenditori ha incontrato gli associati nella sala Montelupo di Domagnano martedì 30 aprile. Gli imprenditori hanno fatto e stanno facendo sacrifici e chiedono altrettanto dalle Istituzioni in tempi brevi. Sono emerse queste priorità:
- riprendere la sovranità economica nel diritto internazionale, utilizzo delle leve di sovranità (energia elettrica, gas, giochi, sistema pagamenti e carte di credito, rivalutazione canone, autonomia doganale, telecomunicazioni e radiotelevisione, gestione rifiuti, collegamenti internazionali, tabacchi, alcool, ...);
- ripristino della fiscalità generale sul principio: A PARI REDDITO PARI ALIQUOTA in aderenza alla Carta dei Diritti Legge 8 luglio 1974 n.59 all'Art. 13;
- NO ad una PATRIMONIALE INIQUA per le diverse tipologie di impresa in mancanza di un serio e concreto piano di riduzione della spesa corrente e senza interventi attuativi per lo sviluppo economico;
- ridimensionamento degli stipendi di alcuni enti coerentemente a indici di responsabilità e di riferimento agli stessi enti a livello internazionale;
- NO alle incostituzionali imposte una tantum o addizionali, tasse e balzelli per coprire la spesa corrente alla giornata;
- rimozione delle barriere di accesso agli appalti e ai lavori pubblici per le Piccole e Medie Imprese;
- rispetto delle normative e presidio dei cantieri durante lo stato avanzamento lavori, nei subappalti e sulle varianti in corso d'opera negli appalti pubblici;
- completare l'attuazione della normativa nella gestione di tutte le forme di spesa pubblica;
- ROTAZIONE, PARCELLIZZAZIONE e SUDDIVISIONE dei capitolati per competenze (edile, impianti, elettricista, idraulico,...);
- piena realizzazione, utilizzo e accesso telematico di un registro unico dove iscrivere le imprese che possono accedere, suddivise per categorie, a qualsiasi attività/spesa pubblica. Emanazione del Regolamento attuativo perché la Camera di Commercio si attivi alla redazione, pubblicazione, utilizzo ed aggiornamento periodico telematico del registro unico delle imprese che possono accedere agli appalti e forniture dei vari enti pubblici appaltanti sammarinesi;
- attuazione raccomandazioni GRECO - Group of States against Corruption del Consiglio d'Europa e pubblicazione del rapporto sull’attuazione delle raccomandazioni del 2010 con scadenza al 30 giugno 2013;
- snellimento burocratico a garanzia della libertà e del diritto di fare impresa e maggiori controlli durante la vita dell'impresa al posto delle barriere all'avvio;
- STOP aumento costi per l'impresa nella Rep. di San Marino dove il cuneo fiscale ha perso posizioni internazionali importanti negli ultimi due anni;
- ricostruzione dell'immagine della Rep. di San Marino in un'economia di libero mercato, stato di diritto, divisione dei poteri e certezza dell'imponibile;
- selezione di una classe dirigente sammarinese a parità di curriculum;
- pianificazione dei fabbisogni delle competenze e delle professionalità nel settore pubblico allargato sulla previsione dei turnover pensionamenti;
- NO al clientelismo e all'assistenzialismo;
- STOP all’ingerenza di poteri forti sulle Istituzioni;
- gli imprenditori pretendono una Repubblica LIBERA nel rispetto della Carta dei Diritti.
OSLA è a disposizione degli associati, a tutela di quegli operatori che rispettano tutte le normative vigenti, per raccogliere e avanzare segnalazioni affinché le autorità garantiscano equa applicazione della norma a tutti gli operatori.