Referendum abrogativo legge di riforma previdenziale

REFERENDUM per l'ABROGAZIONE della Legge 5/10/2011 n.158
OSLA esprime il suo pieno sostegno all'iniziativa per il REFERENDUM per l'ABROGAZIONE della Legge 5/10/2011 n.158 e offre supporto al COMITATO REFERENDARIO, anche con la possibilità di raccogliere le firme in sede OSLA grazie alla disponibilità dei Notai associati OSLA che daranno la disponibilità. Lo scorso 28 febbraio è stato depositato presso la Segreteria Istituzionale il quesito referendario volto all’abrogazione della Legge n. 158/2011 (Riforma del Sistema Previdenziale). Tale Legge, che si proponeva di mettere in sicurezza il sistema pensionistico sammarinese, fallisce completamente l’obiettivo. Per tutte le categorie di lavoratori si è introdotto un importante aumento dei contributi previdenziali, con la conseguenza che i redditi e le possibilità economiche dei lavoratori sono destinati a diminuire ulteriormente in un periodo già pesantemente segnato dalla crisi. Questo aumento dei contributi non consentirà peraltro di mantenere il livello dei fondi pensionistici, che, dati alla mano, si troveranno ad accumulare passivo già nel brevissimo periodo, con la conseguenza che i contributi potrebbero essere ancora ulteriormente elevati. Inoltre, anche le pensioni hanno subito un drastico calo, già avvertito dagli attuali pensionati, e che sarà ancor più pesante per tutti coloro che matureranno la pensione negli anni a venire: basti soltanto evidenziare che, quando la Legge andrà definitivamente a regime, le pensioni saranno pari al 55% dei redditi percepiti negli ultimi cinque anni di attività e non più all’85% come attualmente accade. La Legge n. 158/2011 insomma non risolve i problemi che si proponeva di risolvere, pregiudica ingiustamente la situazione attuale ed il futuro, in particolare, dei più giovani che si vedono e si vedranno costretti al pagamento di contributi sempre più pesanti con la prospettiva di percepire una pensione sempre più misera ed introduce balzelli dannosi per l’economia sammarinese, già in crisi per altri ben noti motivi. Ben altri erano i correttivi che si sarebbero potuti introdurre per addivenire alla necessaria riforma del sistema pensionistico in termini di equità e solidarietà, principi che risultano completamente contraddetti dalla normativa introdotta. Per maggiori informazioni, potrete contattare alcuni dei membri del Comitato promotore, Laura Poggiali ( 0549/942363 ), Manuela Albani ( 0549/903354 ), Lorenzo Moretti ( 0549/992011 ). Vi invitiamo ad apporre la Vostra firma di sostegno all’iniziativa referendaria per l’abrogazione di questa Legge manifestamente ingiusta, presso uno dei seguenti studi notarili: dott. ALFREDO AMICI 0549/878285 , dott. DENNIS BECCARI 0549/903170 , dott. ANDREA BELLUZZI 0549/905303 , dott. PARIDE BUGLI 0549/901956 , dott. GIANNA BURGAGNI 0549/906387 , dott. CECILIA CARDOGNA 0549/906387 , dott. DEBORAH DELLA VALLE 0549/878471 , dott. MIRKO DOLCINI 0549/980481 , dott. MARINO FEDERICO FATTORI 0549/907304 , dott. MARCO FIORINI 0549/942332 , dott. GLORIA GIARDI 0549/992011 , dott. ERIKA MARANI 0549/903170 , dott. MATTEO MULARONI 0549/908600 , dott. MARIA ANTONIETTA PARI 0549/990400 , dott. RAGINI GIUSEPPE 0549/908808 , dott. BARBARA RATTINI