Infrastrutture e turismo: la parola d’ordine deve essere programmazione

Tu sei qui

9 Maggio 2019

Sta tenendo banco in questi giorni il dibattito pubblico, dai toni anche accesi, su infrastrutture per viabilità ed eventi turistici.

OSLA è da sempre a favore della realizzazione di opere pubbliche e private capaci di aumentare l’occupazione e la ricchezza di San Marino. A maggior ragione in questo periodo storico, la Repubblica ha bisogno di dotarsi di investimenti che possano creare nuovi business o incrementare quelli esistenti.

Ciò che sta accadendo però, è che si discute di singoli progetti o iniziative spot mentre è indispensabile avere uno sguardo d’insieme ed una programmazione per questi tipi di interventi. La pianificazione è fondamentale per quanto riguarda gli eventi turistici, soprattutto per attivare con il giusto anticipo campagne di comunicazione all’estero per attirare nuovi visitatori, ma anche per permettere alle imprese del settore di organizzarsi.

Allo stesso tempo programmare gli interventi infrastrutturali è indispensabile per armonizzare il tessuto urbano e non sprecare preziosissime risorse. Per fare questo occorre una cabina di regia allargata anche agli operatori del settore, per tramite delle Associazioni, che possa affrontare le tematiche in modo complessivo e poter garantire così più efficacia. Allo stesso tempo occorre non dilungarsi troppo nelle decisioni e far avviare al più presto i progetti approvati.

Difficile però non ricordare che la risoluzione del problema banche resta la priorità per il Paese, perché senza un sistema bancario stabile e competitivo, gli interventi di sviluppo non potranno avere pieno compimento.